Le Chiese

...

Chiesa di Santa Barbara

Nacque a Nicomedia nel 273. Si distinse per l'impegno nello studio e per la riservatezza, qualità che le giovarono la qualifica di «barbara», cioè straniera, non romana. Tra il 286-287 Barbara si trasferì presso la villa rustica di Scandriglia, oggi in provincia di Rieti, al seguito del padre Dioscoro, collaboratore dell'imperatore Massimiano Erculeo. La conversione alla fede cristiana di Barbara provocò l'ira di Dioscoro. La ragazza fu così costretta a rifugiarsi in un bosco dopo aver distrutto gli dei nella villa del padre. Trovata, fu consegnata al prefetto Marciano. Durante il processo che iniziò il 2 dicembre 290 Barbara difese il proprio credo ed esortò Dioscoro, il prefetto ed i presenti a ripudiare la religione pagana per abbracciare la fede cristiana. Questo le costò dolorose torture. Il 4 dicembre, infine, fu decapitata con la spada dallo stesso Dioscoro, che fu colpito però da un fulmine. La tradizione invoca Barbara contro i fulmini, il fuoco e la morte improvvisa. I suoi resti si trovano nella cattedrale di Rieti. (Avvenire)


Chiesa della Madonna d’Itria 

La chiesa si trova dove un tempo sorgeva un paese ormai scomparso ed è stata restaurata nel 1930.

Elenco storico dei Parroci

14/10/1951 In atto Mons. Vincenzo Murgia
1942 1951 Don Sebastiano Serra
1932 1942 Rettore Giovanni Meleddu
1891 1932 Rettore Antonio Frau
1889 1891 Reggente Raffaele Zucca
1856 1888 Rettore Nicolò Sardo
1847 1855 Rettore teol. Vittorio Murru
1827 1847 Rettore Antonio Mameli
1825 1827 Rettore Salvatorangelo Floris
1819 1824 Rettore Francesco Pinna Virdis
1805 1818 Rettore teol. Giovanni Dessì
1791 1804 Rettore Bachisio Onida 
1785 1787 Rettore Diego Dessì
1780 1784 Rettore Agostino Floris
1739 1779 Rettore Giuseppe Marras
1729 1736 Rettore Francesco Carboni