Amministrazione Trasparente

PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL CENTRO STORICO E MATRICE DELL'INSEDIAMENTO IN ADEGUAMENTO AL PIANO PAESAGGISTICO REGIONALE

Data di pubblicazione: 29/10/2019

Data di ultimo aggiornamento: 29/10/2019

ELABORATI DEL PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL CENTRO STORICO APPROVATI DEFINITIVAMENTE CON DELIBERA CC N. 11/2018

Il  Piano  Paesaggistico  approvato  nel  2006  è  gerarchicamente  lo  strumento  più  organico  di  governo  del territorio  della  Sardegna  che,  in  applicazione  del  “Codice  Urbani”,  individua  le  principali  risorse    storiche, culturali  ed  ambientali    del  paesaggio  naturale  ed  antropico  da  sottoporre a  conservazione e a tutela ed orienta  l’attività degli Enti locali cui è demandata  la ricognizione di dettaglio e il progetto di pianificazione paesaggistica comunale.

Il  PPR suggerisce e richiede all’Ente locale di argomentare le scelte politiche d’uso del territorio sulla base di rigorosi criteri di compatibilità, da desumere dall’approfondimento della  “conoscenza” del proprio luogo di appartenenza culturale,  quale passaggio preliminare per il conseguimento degli  obiettivi  di conservazione e  
salvaguardia delle strutture materiali,  espressione peculiare della cultura  della società locale. 

Alla  consueta  pianificazione  urbanistica  è  stato  quindi  aggiunto  un  ulteriore  livello  di  analisi  e  di approfondimento  degli aspetti che concorrono alla costruzione del  “paesaggio”,  ossia del territorio naturale e antropizzato che è giunto fino a noi nel lento processo di trasformazioni ed interazioni tra diversi sistemi: ambiente naturale e insediamento umano,  geografia e storia, sistemi produttivi e infrastrutture.  

Sistemi soggetti a continui adeguamenti, spesso con trasformazioni sostanziali ed antiche permanenze che si manifestano  sia  in  ambito  territoriale  sia  in  quello  urbano  che  è  specificamente  il  campo  di  interesse  del presente  lavoro.  L’analisi  sarà  condotta  con  maggiore  dettaglio    sul  “centro  matrice  di  prima  o  antica 
formazione”  che  è il principale contenitore e custode  dell’identità  del territorio, dove cioè sono state nel tempo più intense le relazioni fra l’ambiente naturale e l’opera dell’uomo. 

L’obiettivo  finale  dello  studio  è  volto  a  individuare  le  azioni  che  la  comunità  vorrà  porre  in  atto  per conservare, tutelare e anche valorizzare la parte antica del centro abitato attraverso una preliminare analisi che, da un lato, riconosca gli elementi di rilevanza del paesaggio urbano, quelli storici e culturali,  puntuali o  
diffusi,  ma anche le criticità e le dissonanze e, dall’altro, cerchi di ricostruire il processo di trasformazione, alla scala territoriale, urbana ed edilizia, della fisicità che rileviamo finalizzato alla definizione di strumenti e modalità di intervento sostenibili e compatibili con gli obiettivi prefissati. 

Allegati